The Who

Per le crêpe abbiamo scelto i nomi di alcune band storiche perché sono veri e propri ‘raccoglitori’ di gusti.
Nella The Who troverai prosciutto cotto, lattuga, mayonese, zucchine grigliate.

Paciùg (Imbracchio)

Il nome di questa piadina deve la sua declinazione all’avversione di uno dei titolari (Marco) verso il prosciutto cotto, quindi ha dedicato tutto il suo tempo a trovarle un nome che in una sola parola definisse il suo sdegno.

Chi fa un paciùg (italianizzato in paciugo) è colui (o colei) che fa un macello.
Un paciùg è un casino, un problema difficilmente risolvibile, è quello che combinerebbe un bebè lasciato solo in una stanza con farina, vernice, fango, acqua e pennarelli.

E Pesh (U pisci)

Nonostante il turismo, la Romagna è legata ad alcune tradizioni, soprattutto in ambito culinario.
Uscire quindi dai classici 4 ‘gusti’ della piadina è stata per questa grandissima terra, una grande rivoluzione.
Quindi anche noi ci siamo ‘aggiornati’ e siamo al passo con i tempi.
Nella piadina E Pesh troverai un mix molto fresco di tonno, pomodoro, lattuga e mayonese.

Il significato della parola Pesh è abbastanza autoesplicativo:
parliamo di pesce, in questo caso del tonno.

Baghin (U Poccu)

La prima piadina che ci è venuta in mente è semplicemente una delle più gustose. Nella versione originale che solitamente si mangia in Romagna all’uscita dalla discoteca (attorno alle 6 del mattino), solitamente sono presenti anche i peperoni stufati e il tabasco. Noi l’abbiamo alleggerita, circa.

Parliamo di una piadina artigianale riempita con: salsiccia di maiale, cipolla caramellata e maionese

La traduzione in italiano del nome è semplicemente: Maiale.

Vitello Buonista

Pastrami e scamorza affumicata Etimuè Pub Acireale

Variante più facile del nostro panino con il pastrami.
Per chi vuole sperimentare, ma non troppo.
Pensato per chi vorrebbe provare il pastrami ma, almeno la prima volta, vorrebbe un mix di sapori più classici.