Òscia (Boooria)

Anche se tra Emilia e Romagna non scorre buon sangue, tocca ammetterlo, ci sono alcuni salumi emiliani che sono impareggiabili, quindi il romagnolo DOC deve cedere e spesso impreziosisce la sua adorata piadina con queste vere fette di paradiso.

Un esempio è il salame di Felino che non è salame di gatto! Ma salame prodotto secondo il disciplinare della città di Felino, in provincia di Parma.

Òscia (pronunciato: OCCÌA) è un’espressione tipica romagnola che implica stupore in senso generalmente positivo, ad esempio: “òscia tè!” esclamato generalmente quando qualcuno a noi caro ha avuto una botta di culo o si presenta vestito particolarmente bene.